Archivio di gennaio 2012

MillesimeBio: una conferma nell’effervescente mondo del vino bio

A poche settimane dall'assai probabile (e questa forse è la volta buona!) approvazione del regolamento europeo sulla vinificazione bio, si è chiuso il 25 gennaio a Montpellier il salone MillesimeBio, dedicato appunto ai vini bio d'Europa, ma con qualche presenza anche del nuovo mondo. Alla diciannovesima edizione MillesimeBio si conferma nel suo sobrio ma accattivanet look il luogo più importante per il business del settore. Due padiglioni ormai al limite della capienza (sembra che sia imminente il terzo), frequentazione di soli addetti ai lavori e numerosissimi buyer da tutto il mondo. Leggi il resto di questo articolo »

AIAB porta al Biofach 2012 le eccellenze italiane del bio

Dal 15 al 18 febbrio AIAB sarà presente al Biofach, il salone internazionale dedicato al biologico che si terrà presso il polo fieristico di Norimberga. Il Biofach si conferma come il più importante appuntamento fieristico mondiale riservato agli operatori del bio. Nell'edizione 2011, il comprensorio fieristico di Norimberga ha ospitato 44.592 visitatori, confermando il trend positivo degli ultimi anni, così come l'internazionalità del pubblico, proveniente da 131 Paesi (migliorando i numeri 2010: 119). Leggi il resto di questo articolo »

Zuppa biologica di riso e carote, sedano e cardamomo

Tempi di preparazione: 10' Tempi di cottura: 20' Difficoltà: facile Vegetariano, senza latticini e glutine Per 4 persone 100 g di riso basmati, 700 g di carote, 200 g di sedano (circa 4 coste), 1 arancia, 50 g di cipolla, 1 capsula di cardamomo, sale, olio. 1 Affettate le carote e i gambi di sedano a rondelle di un centimetro di spessore; tritate la cipolla. Eliminate la capsula verde del cardamomo e pestate in un mortaio i semini neri che avrete recuperato. Grattugiate la scorza dell’arancia. 2 Scaldate in una padella 3 cucchiai d’olio, unite la cipolla e il cardamomo. Quando questa è appassita, aggiungete le verdure in rondelle e fatele... Leggi il resto di questo articolo »

Incendio doloso danneggia agriturismo biologico A’ Lanterna di Monasterace Marina

“ Dura condanna per l'atto intimidatorio perpetrato contro l’agriturismo biologico A' Lanterna di Monasterace Marina (RC), che ieri mattina è stato parzialmente distrutto da un incendio di natura dolosa, e piena solidarietà ai nostri soci che con impegno e sacrifici hanno costruito, in un territorio difficile come l’area Jonica della provincia di Reggio Calabria, una struttura agroturistica biologica aderente al circuito degli Agriturismi BioEcologici AIAB”. Sono le parole con le quali Alessandro Triantafyllidis, presidente nazionale AIAB, e Salvino Moro, presidente AIAB Calabria, esprimono congiuntamente la vicinanza dell'Associazione tutta all'azienda agrituristica A' Lanterna. Leggi il resto di questo articolo »

Pacchetto agroalimentare: per AIAB bene solo alcuni provvedimenti

“Accogliamo con favore alcuni dei provvedimenti contenuti nel 'Pacchetto Agroalimentare' del Decreto Liberalizzazioni. In particolare valutiamo positivamente la disciplina delle relazioni di mercato per quanto concerne l'obbligo di contratti scritti e il vincolo ai pagamenti entro 30 giorni per i prodotti deperibili. Bene anche i contratti di filiera, utili a promuovere lo sviluppo di intere comunità rurali – benché al momento i fondi a disposizione siano esigui-, la misura di sostegno per l'accesso al credito e l'intervento che aumenta gli incentivi per i pannelli fotovoltaici su serre ed edifici rurali, levandoli a quelli collacati sui terreni agricoli”. Leggi il resto di questo articolo »

Piccolo cuoco biologico

Un portale dedicato al bio per i più piccoli che raccolgie nel suo ricettario le migliori ricette bio di stagione per bambini, propone i piatti bio da cucinare insieme (grandi e piccini), corsi di cucina e ricette bio creative fatte da e per i bambini 3-9 anni insieme alle mamme. Non solo ricette, ma interi menù, completi di frutta, verdura, primi, secondi, piatti unici, torte e dolci, tutti rigorosamente biologici, schede sull'alimentazione e tante idee pratiche e creative per cucinare con i piccoli cuochi. Per informazioni e ispirazioni www.piccolocuoco.com Leggi il resto di questo articolo »

La patata biologica algerina alla conquista del mercato europeo ?

Importatori europei sarebbero a caccia di patate biologiche provenienti dall'Algeria. Almeno stando a quanto affermato dal ministro dell'Agricoltura Rachid Benaissa, che ha promettesso maggior sostegno ai produttori. Di sicuro c'è che la produzione di patate algerine è cresciuta notevolmente negli ultimi anni. Nel 2011, ha raggiunto i 3,8 milioni di tonnellate contro i 3,2 milioni nel 2010 e i 2,67 milioni nel 2009. E visto che molti agricoltori sono ono stati contattati da organizzazioni francesi, italiane e spagnole interessate ad importare la patate biologiche algerine, Rachid Benaissa ha indicato per i prossimi anni un obiettivo ambizioso: raggiungere la soglia dei 5 milioni di tonnellate nel 2014. Un livello di produzione che genererà quantità per l'esportazione per sostenere il quale il ministro ha dichiarato la propria disponibilità verso aiuti di Stato agli agricoltori bio. Leggi il resto di questo articolo »

La filiera corta come risposta al caro carburante

Liberalizzazioni, aumento dei costi dei carburanti e dei pedaggi autostradali sono la scintilla che ha innescato le proteste di 80 mila tra contadini, autotrasportatori e commercianti siciliani che da cinque giorni bloccano strade, ferrovie e porti dell'Isola. Da una Sicilia ormai a secco - distributori di carburante chiusi, scaffali dei supermercati vuoti, scorte di acqua ormai terminate - si innalza la protesta del movimento “Forza d’Urto” che chiede maggiore attenzioni dalla politica siciliana e nazionale sull’economia locale, già da tempo in ginocchio e ulteriormente piegata dai nuovi rincari. In questi mesi in cui la produzione agricola siciliana è al suo picco massimo, soprattutto per gli agrumi, i blocchi del trasporto di alimenti deperibili come arance e ortaggi stanno creano danni stimati intorno al milione di euro. Oltre ai danni immediati la Sicilia – ovvero la prima regione italiana per numero di operatori e superfici bio - rischia un vero e proprio cortocircuito di sistema: la mancata consegna delle derrate alimentari ai distributori “continentali” rischia di far saltare accordi commerciali e favorire cosi le importazioni. Danno che potrebbe in parte essere arginato da politiche volte alla promozione di canali commerciali a filiera corta. Un canale di distribuzione definito spesso 'alternativo', ma che è sempre più apprezzato dai cittadini/consumatori. Non a caso da una recente indagine di mercato svolta da AIAB sull’acquisto dei prodotti biologici è emerso che il 71,70% dei consumatori è interessato agli acquisti diretti, ed il 75,47% gradisce l’ipotesi di partecipare ad gruppo di acquisto. Leggi il resto di questo articolo »

OGM, la Basf lascia il mercato europeo

“Risveglio meno chimico e più naturale per i cittadini europei! Accogliamo con soddisfazione l'annuncio della Basf, che ieri sera ha dichiarato di prendere atto della contrarietà dei cittadini europei agli OGM e ha annunciato che concentrerà le sue attività relative alle biotecnologie vegetali sui mercati americani. Una decisione che rappresenta una vittoria per la qualità e la biodiversità delle nostre colture”. Così Alessandro Triantafyllidis, presidente nazionale AIAB, commenta il comunicato con il quale la multinazionale tedesca ha annunciato il suo ritiro dal mercato europeo. “Oltre alla soddisfazione – prosegue Triantafyllidis – l'annuncio della Basf suscita alcuni interrogativi, ad esempio se con essa lascerà l'Europa anche la patata Amflora, e una preoccupazione circa il destino delle colture e della diversità biologica colturale di Oltreoceano. A rafforzare la decisione della multinazionale tedesca giunge, inoltre, anche la posizione della Francia, che per bocca dei ministri dell'Ambiente e dell'Agricoltura ha annunciato di voler mantenere la moratoria sul mais transegnico per tutto il 2012”. Leggi il resto di questo articolo »

A Gaeta è nata la fattoria didattica dei PolliciNi Verdi

La Fattoria dei PolliciNi Verdi è un'associazione nata per la promozione della cultura rurale tra i piccoli amanti della natura. Un'associazione che intende educare i bambini al rispetto per la natura e insegnare loro la 'vita rurale' attraverso giochi e laboratori. Nel 'calendario fromativo' della fattoria, infatti, ci sono corsi su come si coltiva un piccolo orto e sulle abitudini e le cure necessarie per gli animali domenistici e di allevamento. I "fattori" dei PolliciNi Verdi, inoltre, mostreranno ai ragazzi come vivono i vari animali: galline, anatre, tacchini, oche, conigli, maialini tibetani, scoiattoli, tartarughe e pesci. Le classi potranno scoprire come nasce un fiore e come si coltivano gli ortaggi o come si crea un giardino. I laboratori didattici attivati sono: Dal seme al Fiore, La giornata tipo degli animali, l'inglese in fattoria, Piccoli artigiani crescono, Il Giardino segreto , Conosciamo la raccolta differenziata, La piccola orchestra vegetale (musica in fattoria). Oltre che alle scuole, la fattoria è aperta anche ai cittadini tutti i sabati e tutte le domeniche, ma per le visite è consigliata la prenotazione. Per info e contatti: http://lafattoriadeipolliciniverdi.beepworld.it/ Leggi il resto di questo articolo »

Rosarno, due anni dopo: AIAB aderisce alla campagna “SOS Rosarno”

Era il 7 gennaio 2010 e a Rosarno scoppiava la rabbia e si consumava una tragedia annunciata che ha visto partecipi i braccianti africani impiegati nella raccolta degli agrumi nel comune calabrese. Ricordiamo scene di guerriglia urbana a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, per la rivolta di alcune centinaia di lavoratori extracomunitari accampati in condizioni inumane in vecchie strutture industriali. A due anni da quegli episodi poco è cambiato: le mafie locali, la iniqua Bossi-Fini, la crisi finanziaria, hanno alimentato quel sistema di caporalato che continua a tenere ostaggio di pochi soldi centinaia di migranti occupati nel settore agricolo. Le stime prudenziali parlano infatti di 550.000 lavoratori in mano ai caporali. Ma da allora alcuni di questi lavoratori hanno iniziato a lottare per i propri diritti, coinvolgendo altre realtà, associazioni, centri sociali, gruppi di acquisto solidale e popolare, associazioni contadine, sindacati dal sud al nord Italia. Da qui una serie di iniziative che sono sfociate nella nascita di una Campagna nazionale di denuncia del caporalato e di sostegno ai diritti dei lavoratori migranti: SOS Rosarno. Nell'ambito di questa campagna è stata lanciata una giornata di mobilitazione nazionale per sabato prossimo (il 14 gennaio). Leggi il resto di questo articolo »

Genuino Clandestino anche on-line

Con il documentario Genuino Clandestino InsuTv e il collettivo registico Nicola Angrisano hanno portato in primo piano i movimenti di resistenza contadini in Italia e l'opposizione contadina di donne e uomini d'Italia che, auto-organizzati, in nuove forme di resistenza, si oppongono a modelli di produzione del tutto inadeguati a garantire genuinità ed affidabilità dei cibi che aliena il consumatore inconsapevole, ad una burocrazia che bandisce dal mercato migliaia di piccoli produttori. La descrizione di una realtà, quella della vendita diretta tra contadini e consumatori, ancora marginale ma fortemente viva e in espansione nella collettività sempre più responsabile e sensibile. Presentato in anteprima nazionale a Roma lo scorso settempre e poi proiettato in molte città dello Stivale, Genuino Clandestino è ora disponibile anche sul web, al seguente link. Leggi il resto di questo articolo »