Archivio di maggio 2012

Anche al supermercato, si sceglie sempre di più bio

In crescita la richiesta di prodotti biologici confezionati nella GDO. Nel 2011, secondo i dati del Panel delle famiglie Ismea/GFK-Eurisko, i consumi domestici sono cresciuti dell’8,9% in valore, registrando ancora un ottimo incremento nel corso di un anno caratterizzato da un inasprimento della crisi economica, seppure in rallentamento rispetto al 2010. Maggiori incrementi si sono registrati in particolare per lattiero-caseari (+16,2%), per le uova (+21,4%) e per altre referenze come biscotti, dolciumi e snack (+16,1%) e bevande analcoliche (+16%). Più contenuti gli acquisti di ortofrutta fresca e trasformata (+3,4%), che resta comunque la categoria guida tra i prodotti biologici, raggiungendo un'incidenza sul totale pari a quasi un terzo in termini di valore. Il paniere degli acquisti è sempre ricco di pasta, riso e sostituti del pane, anche se il bilancio 2011 risulta particolarmente negativo per la pasta bio, i cui acquisti si sono ridotti di oltre l'11%. Anche per carni e salumi emerge in generale una flessione dell'8,2% degli acquisti, in un'annata negativa inoltre per gli oli (-18,6%) e per la categoria “zucchero, caffè e tè”(-3,4%). Si conferma, quindi, una convergenza degli acquisti su uova, yogurt e latte, che hanno registrato forti aumenti rispetto all'anno precedente e che insieme all’ortofrutta fresca e trasformata, pasta, riso e sostituti del pane coprono oltre i 3/4 dei prodotti monitorati. Leggi il resto di questo articolo »

Primavera al BioDistretto della Via Amerina e delle Forre

Domenica 13 maggio Prosegue l’attività del BioDistretto laziale della Via Amerina e delle Forre, al quale aderiscono i comuni di: Calcata, Castel Sant’Elia, Civita Castellana, Corchiano, Fabbrica di Roma, Faleria, Gallese, Nepi, Orte e Vasanello. L’intensa programmazione delle attività del 2012 passa per la PrimaveraBio: la campagna nazionale di promozione e informazione sul biologico dell'AIAB, realizzata in collaborazione con ALPA, CTM Altromercato, Federparchi, Legambiente, Movimento EcoSport e con il Patrocinio del MiPAAF. Leggi il resto di questo articolo »

Vinificare in biologico, conoscenza e prevenzione

Un video sul vino biologico dedicato a traders e consumatori, che presenta gli agricoltori bio per quello che effettivamente sono: non solo produttori di cibo, ma veri architetti del territorio impegnati a minimizzare l'impatto della propria attività sul territorio. Passando dal generale al particolare, chi decide di vinificare in biologico fa una scelta che implica rispetto per l'ambiente, ma anche per il consumatore, offrendo ai propri cliendi un vino con ottime proprietà organolettiche, in cui si riconosce il territorio di provenienza, ma anche privo di sostanze dannose per salute e gli econsistemi naturali. E ovviamente la base di tutto è il lavoro in vigna. Leggi il resto di questo articolo »

A tavola con il bio

L'alimentazione è un processo dinamico, basato sull'equilibrio che il complesso sistema dell'organismo umano stabilisce con i nutrienti che assume, ogni persona ha differenti esigenze, legate all'età, all'attività fisica, alla stagione. In questo senso l'agricoltura biologica e la sana alimentazione hanno in comune l'approccio sistemico, che non si concentra sulla massimizzazione di un singolo aspetto, un singolo nutriente, un singolo processo, ma considera l'equilibrio generale del sistema. Nessun alimento, in assoluto, si può dire dannoso o utile alla persona, è importante considerare l'equilibrio tra fattori quali frequenza di assunzione, combinazione con altri alimenti, specifica tolleranza individuale. Con la diffusione e l'aumento del consumo di prodotti biologici è cresciuto anche il numero delle pubblicazioni scientifiche che mettono a confronto i prodotti biologici e convenzionali dal punto di vista della qualità e della sicurezza. Nonostante l'elevato numero di studi effettuati, è ancora difficile trarne delle conclusioni generali e definitive a causa delle diverse condizioni dei vari esperimenti e dei diversi metodi di analisi utilizzati dagli studi, e la durata, troppo breve, degli esperimenti. Per questo sarebbe necessario approfondire la ricerca nel settore utilizzando un approccio diverso, che consideri il paradigma sistemico. In ogni caso alcuni risultati importanti sono stati ottenuti e si possono fare alcune affermazioni in base al confronto tra diversi studi esistenti. Leggi il resto di questo articolo »