Bagna cauda vegetariana biologica con ortaggi d’inverno

Preparazione: 15’
Cottura: 20’
Difficoltà: facile
Vegetariano, senza glutine, senza latticini

Per 4 persone
8 cimette di cavolfiore o di broccoletti, 4 coste di sedano, 4 carote, 4 porri piccoli, 2 cespi di indivia belga (oppure di radicchio trevisano), 1 o 2 finocchi, mezzo sedano rapa, 1 cucchiaio di aceto bianco
Per la bagna cauda: 50 g di pomodori secchi sott’olio, 50 g di olive verdi snocciolate, 2 teste d’aglio, 2 cucchiai di capperi, 200 ml d’olio e. v. d’oliva, 1 rametto di rosmarino (facoltativo).
1 Tagliate le teste d’aglio a metà in senso orizzontale. Avvolgete ciascuna nella carta d’alluminio, chiudendola ai lati come una caramella. Mettete i cartocci in una teglia e infornate per circa 20 minuti a 220 °C.
2 Sgocciolate i pomodori e tagliateli a striscioline. Riuniteli con i capperi dissalati e le olive nel mixer, tritandoli finemente fino a ottenere un composto omogeneo.
3 Passate le teste d’aglio allo schiacciapatate, raccogliendone la polpa in un tegamino di coccio. Unitevi il misto ai pomodori e aggiungete l’olio a filo, mescolando con una piccola frusta fino a ottenere una salsa. Fatela cuocere a fiamma bassissima finché gli ingredienti non inizieranno a disfarsi, dando alla salsa una consistenza abbastanza cremosa. Levate dal fuoco e incorporate, eventualmente, il rosmarino tritato fine.
4 Sistemate sul fondo del cestello per la cottura a vapore le cimette di cavolfiore, i porri e il sedano rapa, pelato, e cuocete gli ortaggi lasciandoli piuttosto croccanti.
5 Tagliate a spicchi il finocchio, in 4 parti per il lungo le carote e l’indivia belga; mondate le coste di sedano.
6 Servite la bagna cauda nel pentolino di coccio con la fiammella regolata al minimo, in modo che la salsa rimanga calda senza sobbollire, accompagandola con le verdure cotte e crude.

Lascia un Commento