MillesimeBio: una conferma nell’effervescente mondo del vino bio

A poche settimane dall’assai probabile (e questa forse è la volta buona!) approvazione del regolamento europeo sulla vinificazione bio, si è chiuso il 25 gennaio a Montpellier il salone MillesimeBio, dedicato appunto ai vini bio d’Europa, ma con qualche presenza anche del nuovo mondo. Alla diciannovesima edizione MillesimeBio si conferma nel suo sobrio ma accattivanet look il luogo più importante per il business del settore. Due padiglioni ormai al limite della capienza (sembra che sia imminente il terzo), frequentazione di soli addetti ai lavori e numerosissimi buyer da tutto il mondo. Buona la presenza italiana con diverse aziende toscane, pugliesi, venete e da alre regioni, ma è stata anche l’occasione in cui AIAB ha organizzato una visita alla fiera, per produttori e tecnici, che sta ora proseguendo nella Langue Doc e nella Cote du Rone, in visita a centri di ricerca ed aziende. L’iniziativa fa parte del progetto SUSVIT 2 (del programma Grundtvig), che proseguirà nel 2012 e 2013 con la collaborazione dei colleghi francesi, spagnoli e svizzeri.

Lascia un Commento