Successo di AIAB a BtoBIO


Bilancio positivo per AIAB alla prima edizione della nuova fiera del biologico. Dall’8 all’11 maggio l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica ha partecipato alla biennale del biologico di Milano con oltre trenta anziende, un allestimento rigorosamente ecocompatibile e, soprattutto, un ricco calendario di eventi .

Workshop, convegni, incontri e degustazioni interessanti e partecipati, come quello che si è svolto lunedì 9 sul vino biologico.  In due ore si è discusso di problemi tecnici e normativi, sottolineando ancora una volta l’insostenibile mancanza di  un regolamento europeo sull’enologia biologica cui supplisce in parte l’iniziativa della Carta Europa per la Vinificazione Biologica (www.organic-wine-carta.eu) cui il disciplinare Garanzia AIAB aderisce. Molto animata la parte in cui i produttori hanno presentato le proprie esigenze ed esperienze, conclusasi con una degustazione di ottimo livello dei vini bio che rispettano il GaranziaAIAB ed erano presenti in fiera.

BtoBIO è nata dietro richiesta insistita di alcuni importanti protagonisti del settore, che hanno chiesto a Fiere e Comunicazioni di progettare un nuovo modello di fiera per il biologico. Lo hanno chiesto a Fiere e Comunicazioni perché in Italia sono stati gli antesignani della promozione del biologico.

BtoBIO nasce quindi con le idee chiare: organizzare una rassegna dell’eccellenza della produzione, dei servizi e dell’informazione sul mondo del biologico certificato, di caratura internazionale, esclusivamente professionale, che dia grande impulso alla “contaminazione” del mercato tradizionale e dei suoi canali (fuori casa, ristorazione, negozi, distribuzione moderna, hôtellerie ecc) da parte del biologico. Sarà a Milano perché il capoluogo lombardo garantisce un affaccio privilegiato sui mercati internazionali, per tradizione, logistica e attrattività. E sarà in sinergia con un’altra fiera, Tutto Food, dedicata all’eccellenza dell’agroalimentare tradizionale: una contestualità progettata per captare e contaminare di biologico anche gli operatori professionali specializzati nel tradizionale.

Le decine di migliaia di buyer italiani e stranieri che verranno troveranno il bio certificato a BtoBio e in Tutto Food il tradizionale. Due fiere che si completano, due progetti che si affiancano, una sola grande visione d’insieme. Gli oltre 30.000 operatori garantiti da Tutto Food entreranno gratuitamente nel pad.18, alla ricerca di un’offerta unica da proporre al loro mercato di riferimento.

Inoltre sono stati invitati anche i compratori e i decision maker di tutto il mondo della distribuzione, italiana e internazionale, afferenti al comparto del biologico.

BtoBIO nasce anche per questo: per aprire nuovi canali di distribuzione, perché il biologico diventi sempre più un fenomeno di massa e di facile accesso. BtoBIO ha tra i propri obiettivi principali proprio questo, allargare i canali e dare ulteriore accelerazione al mercato.

Scarica il programma culturale AIAB al BtoBIO 2011.

Parteciperanno nell’area collettiva AIAB:

Antico Molino Rosso

Az. Agr. Bacci Noemio

Az. Agr. Durante S.S.

Az. Agr. L’Ulif di Silvano Delai

Az. Agr. Biodinamica Menicocci Cristina

Az. Agr. Podere Pereto

Az. Agr. Poggiosecco

Az. Biologica L’Olpe di Marco

Bio Suedtirol Soc. Agr. Coop.

Brio SpA

Canino srl “Masserie Canino”

Carnesì Srl

Castello di Stefanago S.S.

Consorzio BIO.COR.

Consorzio del Fico Bianco di Calabria – Artibel

Consorzio Isola Bio Sicilia – Ora Bio

Consorzio Medea – Mediterranean Ecological Alimentation

Consorzio Produttori Sardegna Biologica

Friultrota di Pighin Srl

I Frutti del Sole srl

Mannucci Droandi S.C.A.

Natcor Srl

Nice Food Srl

Nivel Srl

Pastificio Stroppa srl

Podere Castagna Alta

Progetto incontraBio

Soc. Agr. F.lli Breitenberger S.S.

Soc. Agr. Il Cavalierino Srl

Soc. Agr. Moretti Omero S.S.

Soc. Agr. Sanbiagio – Soc. Semplice

Solania Srl

Lascia un Commento